Palast

L'EDIFICIO PRECEDENTE

Il grande teatro
Großes Schauspielhaus

Da cento anni il Palast di Berlino è l’indirizzo numero uno per l’intrattenimento in grande stile. Originariamente costruito come una sala del mercato su Schiffbauerdamm, poi Circus Schumann, da cui il vecchio indirizzo Am Zirkus 1.
La storia teatrale dell’edificio iniziò quando Max Reinhardt vi aprì il 29 novembre 1919 il Großes Schauspielhaus, il predecessore del Palast.

L'architetto modernista Hans Poelzig crea un grandioso edificio teatrale su commissione di Reinhardt.

La cupola di stalattiti nella sala del teatro, conosciuta nel gergo di Berlino come la "Grotta di stalattiti", fa furore a livello internazionale.

Dal 1924 il nuovo direttore artistico Erik Charell inscena delle riviste che rappresentano fino ad oggi la fama e l'estetica dei "ruggenti anni Venti" di Berlino.

IL NUOVO EDIFICIO

Friedrichstadt-Palast

Il 1° novembre 1947 il grande teatro Großes Schauspielhaus viene ribattezzato con l’attuale nome Friedrichstadt-Palast.
Nel 1980 il vecchio Palast deve chiudere e viene successivamente demolito a causa di dello sprofondamento del sottosuolo e a una deformazione dell’edificio di natura statica. Il 27 aprile 1984 il nuovo palazzo nella Friedrichstrasse 107 riapre e diventa l’ultimo grande e maestoso edificio della DDR.

Monumento commemorativo per i fondatori del Palast

La storia del Palast ha inizio il 28 novembre 1919 con l’inaugurazione del Großes Shauspielhaus. La fama mondiale di questo palcoscenico berlinese d’intrattenimento la si deve agli eccellenti artisti Max Reinhardt, Hans Poelzig ed Erik Charell. In loro onore è stato eretto un monumento sulla Friedrichstraße 107.

Artefatto del vecchio mercato coperto

Ad inaugurare la stagione che celebra l’anniversario “Un secolo di Palast”, è stata svelata parte della facciata del vecchio mercato coperto, da cui nel 1919 ha preso avvio il Gran Teatro. Nel 2016 l’imponente parte originale è stata “riscoperta” in un cortile di Kreuzberg e successivamente restaurata professionalmente.

Una serata al Gran Teatro

In collaborazione con il team digitale della Deutsche Theatertechnische Gesellschaft (DTHG), è stato possibile rivivere in maniera virtuale uno degli edifici teatrali più visionari del 20° secolo. Il progetto di realtà virtuale “Una serata al Gran Teatro” è disponibile gratuitamente utilizzando gli occhiali VR.

Per saperne di più

Radici ebraiche
dal 1919

Nella stagione dell’anniversario 2019/2020, il Palast ha messo in scena la storia movimentata dell’edificio con una serie di azioni. Per celebrare il 100° compleanno, davanti all’ingresso principale è stata issata una bandiera con la stella di David e la scritta “Radici ebraiche dal 1919” in tedesco e inglese.

Prodotto nella RDT

Dopo tre decenni di impeccabile funzionamento, nel 2013 l’enorme stazione di trasformazione nel seminterrato del palazzo è stata sostituita da un moderno impianto. Prima che un pezzo di storia industriale della RDT scomparisse, il famoso fotografo statunitense Steven Coppenbarger ha lanciato un’ultima occhiata alla struttura. Ecco la sua serie di foto pubblicate sul giornale DIE ZEIT.

Per saperne di più

GLAMOROSO

IL PALAST OGGI

Grand Shows

Nella Friedrichstrasse 107 la tradizione della rivista continua ad essere coltivata oggi in forma moderna e con una spettacolare tecnologia scenica.

MODERNO

98% Raccomandaci

96% Raccomandaci

Certificato d'eccellenza
Vincitore 2012-2022

teatro per spettacoli* meglio recensito della Germania

*In base al numero complessivo di recensioni a 5 stelle

2022-11-26 09:01:30 | 1669453290